giovedì 31 maggio 2012

Vicenzaoro Spring 2012 Bandhan by Maryse Heya




Madame Heya and Bandhan bracelet


the Bandhan bracelet






My beautiful Bandhan bracelet



Il mio coup de coeur aVicenzaoro Spring 2012 é un pezzo che vi ho presentato in anteprima  qualche settimana fa, in fiera ho avuto modo di conoscere l'affascinante creatrice belga Maryse Heya che si é ispirata alla cerimonia del Raksha Bandhan, voi mi capirete, non potevo tornare a casa senza il mio Bandhan al polso, perché visto da vicino e indossato é veramente delizioso!

Ho scelto la versione con il cordoncino marrone, ma la famosa creatrice mi ha fatto notare che  é possibile  cambiare il colore del filo in qualsiasi momento.

Il bracciale é realizzato  in oro giallo 18 carati, il cordoncino é illuminato da un diamante purissimo e le finiture sono eseguite in maniera impeccabile.

Ho sempre  amato il contrasto dei materiali, il semplice cordoncino sapientemente plasmato al diamante  e il filo in oro sottile ma nello stesso tempo resistente in modo  da poterlo indossare senza alterarne la forma.

E' inutile dirvi che molti ospiti e visitatori incontrati  alla fiera mi hanno chiesto dove lo avessi acquistato e questo mi ha divertito parecchio perché avevo capito da tempo  che questo Bandhan bracelet avrebbe riscosso molto successo.....e credetemi, non prevedo il futuro ma  le celebrities faranno di tutto per averlo!

                                                                .......................

My coup de coeur in Vicenzaoro Spring 2012 is a piece that i have previewed a few weeks ago, i got to know the charming Belgian design Maryse Heya which is inspired by the ceremony of Raksha Bandhan, you understand me, i could not return home without my Bandhan bracelet on the wrist, because it is seen up close and wore really delicious!

I chose the version with brown cord, but the famous designer told me that it is possible to change the color of the thread any time.

The bracelet is made of 18 carat yellow gold, the string is illuminated by a diamond pure and finish are executed flawlessly.
I always loved the contrast of materials, the simple flex expertly shaped diamond and thin wire at the same time solid so you can wear without altering its shape.

It's useless to say many guests and visitors met at the fair have asked me where i had bought and i can tell you that I enjoyed this a lot because I learned long ago that this would have been very successful Bandhan bracelet....and believe me, I don't expect the future but I'm sure that celebrieties will do anything to wear it!


Visita il sito web  Qui
Website               Here











ps

lunedì 28 maggio 2012

Buja

Si é appena conclusa l'edizione Vicenzaoro Spring 2012,  evento al quale ho partecipato con  curiosità e interesse, ma devo dire che le sorprese piu' belle me le ha riservate la Glam Room, dove sono approdata stanca e ormai rassegnata.

Mi ha colpito lo stand di una bella  ragazza di origine turca ma cittadina del mondo, si scrive Burcu ma si pronuncia Burju, già il nome prometteva bene, Burcu, sorridente e solare.

Comincio  ad ammirare  le collezioni Buja che  trasmettono la sua dolcezza e delicatezza.

Piccoli fili sottili in seta addolciti da  bottoncini in oro 8 carati impreziositi da diamanti o zaffiri, piccoli cuoricini pronti ad ornare con delicatezza i nostri polsi, anellini sottili e romantici realizzati finemente, deliziosi girocolli.

Bracciali lavorati con sapiente tecniche innovative e tradizionali al tempo stesso, perché Burcu ha scelto la nostra Firenze per studiare e frequentare la prestigiosa accademia Le arti orafe.

Dalla nostra bella chiacchierata é  emerso tutto il suo amore per la creazione di gioielli unici, scelta molto consapevole, perché Burcu ha lasciato un prestigioso lavoro nella City presso la JP Morgan per dedicarsi alla sua passione e reinventarsi una nuova Burcu....ah come la capisco!

Tornata a Londra ha avuto un grande successo ed é approdata con la sue fresche collezioni nientemeno che da Kabiri.

Sono sicura che sentiremo presto ancora  grandi cose su  di lei!


The Vicenzaoro Spring 2012 edition has just come to a close, an event which i attended with interest and curiosity, but i must say the best surprise i would have to reserve to the Glam Room, where i had arrived tired and by now resigned.

But then i bumped into the stand of a beautiful girl of Turkish origin yet a citizen of the world, written Burcu but pronunced Burju, doesn't it have a delicious sound? Already promesed by the name, Burcu is smiling and sunny.

I begin to admire Buja jewels which transmit her sweetness and delicacy.

Small thin strands of silk softened by buttons in 8 ct gold sprinkled with diamonds or sapphires, small hearts ready to adorn your wirsts wich such delicacy, slender and romantic rings made so finely, delicious necklaces.
Bracelets crafted with killed techniques that are both traditional and innovative at the same time, as Burcu had chosen our Florence to study and  attend the prestigious academy Le Arti Orafe.

From our lovely chat emanated everything about her love for creating unique jewellery, a very consious choice, as Burcu decided to leave her prestigious job at JPMorgan in the City to pursue her passion and reinvent a new Burcu...ah how I understand her!


Back in London she has had a great succes and arrived with her cool collections to none other than Kabiri, one of my favourite places when I am in London, but i will talk about that on another occasion.

I am sure we will be hearing more great things about her soon!




















Buja é in vendita a  Londra da Kabiri 

mercoledì 23 maggio 2012

Vicenzaoro Spring 2012












Si é chiusa oggi l'edizione della Fiera Vicenzaoro Spring 2012, alla quale ho partecipato con il solito entusiasmo e curiosità, vi anticipo soltanto che ho lavorato per voi e presto ci saranno molte novità interessanti!



lunedì 21 maggio 2012

Coup de coeur della settimana .. Atelier Serge Thoraval




Atelier Serge Thoraval  anello in argento e bronzo brunito con pietre colorate
Atel





La storia di Serge Thoraval é la storia di un artista autodidatta che ha l'intuizione di creare dei gioielli in argento massiccio che non si possano raccontare........ma vivere.

Vivere attraverso  i testi riprodotti sui suoi anelli o bracciali, scritti come tatuaggi, da indossare come una seconda pelle, oppure da scoprire attraverso i suoi metalli bruniti o grezzi impreziositi da pietre dai colori decisi ma  rilassanti.

Dove? nelle migliori gioiellerie del mondo o concept store.







T, c’est l’histoire d’un artiste autodidacte qui crée à l’instinct des bijoux en argent massif. Les bijoux ST ne se racontent pas … ils se vivent au travers des messages intimes et poétiques gravés à vif, comme un tatouage, une seconde pT, c’est l’histoire d’un artiste autodidacte qui crée à l’instinct des bijoux en argent massif. Les bijoux ST ne se racontent pas … ils se vivent au travers des messages intimes et poétiques gravés à vif, comme un tatouage, une seconde peau.
À découvrir sans faute !!!
eau.
À découvrir sans faute !!!
T, c’est l’histoire d’un artiste autodidacte qui crée à l’instinct des bijoux en argent massif. Les bijoux ST ne se racontent pas … ils se vivent au travers des messages intimes et poétiques gravés à vif, comme un tatouage, une seconde peau.
À découvrir sans faute !!!

sabato 19 maggio 2012

Robert Wan l'imperatore delle perle di Tahiti

Robert Wan il mio  tahitian pearl bracelet 16 mm



                     tahitian pearl bracelets 10 mm 






Voglia di perle di Tahiti? Anche in questo caso c'é un vero e proprio mondo da scoprire, un mondo sommerso direi nel caso di specie, un viaggio nella laguna polinesiana.

Robert Wan é considerato l'imperatore delle perle di Tahiti, le sue perle coltivate sono tra le migliori gemme al mondo e l'ambiente ecologico  creato per le ostriche é rimasto lo stesso per anni, nel 2009 ha ottenuto la certificazione BIO.

Per apprezzarne la loro bellezza é necessario comprendere i criteri che ne determinano la qualità rigorosa e precisa, proprio come accade per il diamante, non mi dilungherò sull'argomento ma non posso non farvene un breve cenno.

Le perle di Tahiti chiamate anche black pearls hanno le seguenti caratteristiche:

luster, la riflessione della luce sulla superficie
orient il modo in cui la perla riflette la luce é indice di qualità
superficie
dimensioni, le piu' piccole sono di mm 8  
colore nonostante il nome black pearl queste perle non sono nere ma hanno delle tonalità molto differenti tra loro
forma

Ora non vi rimane che scegliere la vostra forma preferita e decidere se é meglio un bel paio di orecchini un bracciale o una collana....avete dubbi su cosa ho scelto io ?


Dove? Nelle migliori gioiellerie

giovedì 17 maggio 2012

Je voeux.....du bonheur.....de la chance..









L'estate é ormai alle porte, chi non ha voglia di un braccialetto portafortuna colorato con una scritta porte bonheur alzi la mano!

Se poi questi braccialetti arrivano dalla Francia, sono in raso, coloratissimi e  portano le scritte piu' divertenti  e di buon auspicio si portano ancora piu' volentieri e se sono stati visti ai polsi delle celebrities diventano un oggetto  a cui non si può proprio rinunciare....

Pascale Risbourg e Lucky Team si sono specializzati  nei bracelet je voeux porte bonheur e hanno pensato alle scritte piu' classiche, divertenti e carine ma anche alle piu' improbabili, i colori ci sono proprio tutti, anche quelli fluo che quest'anno non devono mancare, una volta scelto il vostro mantra non vi rimane che abbinarli ad oro  e diamanti anche in spiaggia, per un risultato très chic!

Prezzi dai 5 ai 15 euro nei  migliori concept store e  negozi.



Questo post é dedicato a te ElenaV.

mercoledì 16 maggio 2012

Giolina e Angelo












anelli con pendenti o inserti fissi in oro



anelli da realizzare con le scritte preferite

bracciale nylon e piccola ala in oro
bracciale nylon e coniglietto smaltato
bracciale nylon e charm in oro 
bracciale nylon nero e piccolo teschio in oro

il mio bracciale personalizzato i love Porto Rafael


uno dei miei tronchetti alla vaniglia


In una delle più belle zone di Milano, nel cuore di Brera si trova il piccolo negozio Giolina e Angelo  di Angelo Mereu, che affiancato dai figli Giolina e Giammarco é ormai da anni un punto di riferimento per i milanesi che desiderano un gioiello di qualità,  ma con un pizzico di innovazione e freschezza.

Passandoci davanti penserete di essere di fronte ad una pasticceria a giudicare dal viavai e dall'affollamento del negozio, colpiti dalle creazioni particolari e accattivanti avrete lo stesso desiderio di entrarvi.

Angelo sarà al suo banchetto  a preparare qualche gioiello per quelle clienti che desideravano tanto il tal bracciale per "ieri" e i figli Giolina e Giammarco sapranno consigliarvi al meglio con disponibilità e cortesia.

Diventati ormai un must  have tra le celebrità, ai polsi delle it girl  milanesi  e non solo, i bracciali in nylon con gli smalti, pezzetti di legno da profumare con 3 essenze direttamente in negozio, sono oggetti  che testimoniano la passione e  la creatività di Angelo Mereu, passione che ha trasmesso ai figli che lo aiutano con idee sempre più accattivanti, tantissimi altri  gli oggetti che esaltano la vena artistica della famiglia.

E se l'essenza sul vostro tronchetto svanisce, potete entrare tranquillamente e tra una chiacchiera e l'altra troverete sempre qualcuno pronto a  profumarla di nuovo, tanto sicuramente sarete catturati da qualche altro oggetto appena sfornato da questo artigiano che farà di tutto per accontentarvi.

Dove? a Milano in via Solferino 22/A




lunedì 14 maggio 2012

INK






Se siamo felici, se siamo in pace 

possiamo sbocciare come un fiore

e la nostra famiglia, la nostra società

trarranno beneficio dalla nostra pace.....



Le parole sono cibo per l'anima, la famiglia il nostro bene più prezioso, io lo so, ma lo sapevano anche Valerio e Patrizia quando hanno deciso trasformare in gioiello i sentimenti e le emozioni di una mamma, di un papà, di  una nonna e di imprimere in esso i nomi delle persone che amiamo e  che scandiscono i  momenti preziosi della nostra vita.

Ink anello fascia in argento personalizzabile



bracciale personalizzato con family name


anello personalizzato con nome di bimba

the family ring 






Ink il ciondolo
Ink, questo il nome del brand che realizza anelli, bracciali, ciondoli e orecchini imprimendo con l' inchiostro i nostri gioielli del cuore per meglio adattarsi alle esigenze di una clientela variegata, diverse sono le collezioni pensate e ideate, Family é la linea che risveglia il bambino che c'é in ognuno di noi ma che sa emozionarci come solo i grandi sanno fare.

Qui i punti vendita












ps

sabato 12 maggio 2012

Coup de coeur della settimana Giovepluvio





bracciale in cordoncino nautico e bussola in oro bianco e smalti



Giovepluvio e' il mio coup de coeur della settimana, i titolari di questa azienda hanno un grande amore per il mare e hanno deciso di esprimerlo attraverso i gioielli.

Ciascun gioiello é prodotto artigianalmente e ogni dettaglio corrisponde ad un preciso simbolo nel linguaggio della marineria, viene prevalentemente utilizzato l'oro in ogni suo colore per  poi fissarvi sopra smalti  closonné apposti da Maestri Artigiani che poi li vetrificano e li mettono in appositi forni a temperature elevatissime che raggiungono gli 800°.

Io ho scelto la bussola per il significato che rappresenta, la sagola rossa da sempre porte bonheur e il nodo marinaro savoia che mi ha affascinato e che ho imparato a fare io stessa.








venerdì 11 maggio 2012

C'era una volta la contessa Isabella del Bono

bracciali Iron il sole e la luna

bracciali in ferro  Iron, cesellati a mano e con brillantini

orecchini in ferro e ametiste, anello in ferro, oro e ametista

gemelli in ferro e oro 

gemelli incisi a bulino

Chevalier con particolare lavorazione "galuchat"in ferro e oro

Il mio amato Lancelot

Il mio Lancelot in ferro brunito incisione a bulino, interno in oro


C'era una volta... la contessa Isabella del Bono di antica casata parmense, che perse  a mare il suo amato chevalier con stemma di famiglia, andò dal suo orefice per farlo riprodurre e quando andò a ritirarlo  constatò che era stato forgiato in ferro.... le piacque moltissimo e ricevette talmente tanti apprezzamenti che decise di produrne  qualcuno  per i suoi amici.

La passione  per questa arte  unica  in via d'estinzione la entusiasmò alquanto, inventando un modo del tutto originale per  la distribuzione limitata ed esclusiva  dei suoi splendidi monili araldici, oggetti preziosi di  alta nicchia, infatti,  essi non sono in vendita nelle gioiellerie, ma raggiungibili attraverso  un passaparola molto esclusivo, la partecipazione ad una mostra o esposizioni in case private o grandi alberghi.

Questo rende molto emozionante, personale e coinvolgente la nascita di un pezzo Idb, i clienti grazie al buon gusto e alla delicatezza della contessa possono godere della sua compagnia apprezzando i piaceri conviviali ammirando la collezione completa di gioielli realizzati interamente a mano, in ferro, oro, smalti pregiati e altri materiali insoliti e preziosi.

Ogni singolo blocchetto in ferro é portato ad una temperatura elevatissima in un apposito forno e ancora incandescente viene  portato alla forma desiderata, é molto difficile trovare degli artigiani che forgino il ferro, occorrono due giorni interi per modellare un anello  e passare poi all'incisione a bulino, altra tecnica ormai in  via d'estinzione. Questo rende i gioielli Idb pezzi a se stanti, unici e irripetibili, e non é difficile percepirlo ammirandoli.


In pochi anni Isabella del Bono,
giornalista, fotografa con l'arte nel sangue, ha avuto grandi soddisfazioni e riconoscimenti, tra i tanti la citazione come  designer contemporanea per materiale usato e innovazione nel libro dell'autorevole  Alba Cappellieri  docente della Cattedra del Gioiello al Politecnico di Milano.

Difficile dire quale sia il mio pezzo preferito, certo é che il mio  chevalier Lancelot da quattro anni  non abbandona mai il mio dito, complice Isabella del Bono che ha saputo rivisitare il concetto di chevalier pur conservando in esso il concetto di classicismo(e di avermi deliziosamente coccolata come credo faccia con spontaneità, garbo e professionalità con le  sue clienti).

Incantevole la collezione di bracciali  Iron, lavorati a cesello,  alberi o stemmi impreziositi da brillantini rubini o  zaffiri, ametiste per il meraviglioso glicine.

Se  passate per  Forte dei Marmi, fate attenzione ai mignoli della nobiltà  vacanziera, la contessa é di casa al forte e suoi splendidi gioielli  fanno ormai parte di uno stile di vita.


E come ogni favola che si rispetti...vissero felici e contenti...

Isabella del Bono
Piazza S.Ambrogio, 2
20121 Milano

testo e contenuti
Maria Elena Capelli
Tuttepazzeperibijoux
©Copyright 2012