giovedì 11 maggio 2017

Dag Gioielli





per Dag Gioielli le pietre dal taglio più bello, selezionatissime 

i bottoncini, un must di Dag Gioielli















I gioielli raccontano di noi, e spesso, raccontano  ciò che non vogliamo dire a parole.

Daniela Corbetta e Valentina Garavaglia, rispettivamente mamma e figlia, raccontano una storia di famiglia, una storia  di amore e passione per i gioielli che si tramanda di generazione in generazione.

Daniela,  è cresciuta respirando l'aria di gioielli moderni e d'epoca,  parliamo di alta gioielleria con l'azienda fondata dal nonno negli anni venti,   inizia molto presto ad esprimere tutto il suo talento  e il suo buongusto,  già  giovanissima disegna la sua prima linea che ebbe un successo inaspettato,  il suo, un talento caratterizzato da una spiccata predisposizione a percepire in anticipo le tendenze, talvolta   con quel grande  anticipo a cui non viene riconosciuta quella meritata gloria,  ma che arriva a differenziare e a consacrare un brand con il tempo, negli anni.

 Da sempre alla ricerca del bello e  del prezioso insieme alla figlia Valentina, Daniela va alla ricerca delle pietre più belle e  di ogni piccolo dettaglio che fa la differenza,  quella differenza che nel gioiello  gratifica e fa stare bene.


Valentina, ex giornalista di Glamour, non riesce a resistere al richiamo del gioiello, sempre più forte e ricorrente,   il gioiello è sempre più protagonista  e cinque anni fa decide di seguire la madre nel suo nuovo progetto,  la Dag Gioielli, una nuova sfida.


Da qui inizia l'avventura, il progetto è quello di far vivere il gioiello contemporaneo con nuova grinta, carattere e personalità,  selezionando le pietre più belle, abbinandole a sete, textile jewelry, pietre dai tagli particolari, quelli più pregiati e più inusuali, che rendono un gioiello unico e speciale.

Daniela e Valentina sanno molto bene cosa indossa volentieri una donna raffinata sollecitata dalle mille proposte fotocopia sul mercato, ed è per questo motivo che il gioiello Dag non è mai omologazione, ma portavoce di uno stile identificativo molto reale e spiccato.

L'incontro  a Parigi con Valentina Garavaglia risale ormai a 4 anni fa,  ma subito capii che mi trovavo di fronte ad un brand con un background importante alle spalle, con quell'esperienza e trascorso nell'azienda di famiglia produttrice di alta gioielleria,  che hanno portato Dag  ad essere uno dei marchi più interessanti del panorama.
(e  ormai credo che mi conosciate al punto da sapere che se lo scrivo... lo penso davvero).



tutti i diritti riservati
Tuttepazzeperibijoux
©copyright 2017
photocredits Dag Gioielli

Nessun commento:

Posta un commento

grazie per avermi lasciato un commento, risponderò ad ogni vostra domanda e curiosità, se cercate un gioiello particolare scrivetemi.