domenica 1 aprile 2018

Di VETRINE DA INCUBO e di KOKEDAMA, 4 ERRORI DA EVITARE

Inaugurare questa nuova rubrica dal nome
NEGOZI DA INCUBO  
è stata un'idea delle mie lettrici.
Inaugurarla nel giorno di Pasqua è un modo divertente per una veloce lettura post prandiale.

Numerose sono le e-mail che mi arrivano per chiedere consigli di stile e consigli sui gioielli da scegliere e indossare per questa o quella occasione, ma ultimamente sono sempre di piu le e-mail di rivenditori o negozianti che mi chiedono consiglio su come valorizzare le vetrine.

Forse accade anche grazie al mio lavoro di art director sempre più visibile attraverso i  social e attraverso le mie consulenze, ultimamente è piaciuto moltissimo  l'allestimento che ho voluto a
Homi nella mia area Tuttepazzeperibijoux Officina di ricerca del gioiello narrativo ed è  scoppiata la KOKEDAMA mania 
KOKEDAMA ALERT 



I kokedama danzavano  leggiadri tra uno stand ed un altro nell'area Tuttepazzeperibijoux a Homi Milano, i bonsai volanti della tradizione giapponese sono stati  scelti da me e realizzati da Flo ra  Piacenza e hanno affascinato tanti visitatori, ho pensato di utilizzarli per l'allestimento della vetrina primaverile di Ginevra Concept di cui sono art director  sin dalla sua apertura ( ormai due anni).
Ne ho curato l'immagine, il restyling, la scelta dei brand e l'arredamento.

Sono tanti i miei followers che hanno voluto ornare le loro vetrine con i kokedama,  ecco quando si parla del ruolo di INFLUENCER,  ( e non di quelli che comprano pacchetti di fan  per manciate di euro, quelli non producono engagement ricordatevelo)
Influencer è termine che non amo, ma di fatto  il mercato  lo influenziamo con le nostre scelte e  i nostri comportamenti, pertanto lo sentiremo ancora, anche se io  preferisco pensare  che diventiamo modelli da seguire, consiglieri, consulenti da ascoltare.
Ma  arriviamo ora ai consigli per non sbagliare.

Volete mettere kokedama nelle vostre vetrine?

1 Fatelo con garbo, misura, grazia e armonia, non esagerate, il troppo stroppia ovunque, soprattutto in una gioielleria o concept store...

2 Evitate l'effetto wedding planner, è una vetrina non un ricevimento di nozze.

3 non mischiate mai kokedama a fiocchi fioccchetti e fiocchettini, vasi, e oggetti ornamentali, e soprattutto non commettete l'errore di esagerare con altri elementi, i kokedama sono già abbastanza appariscenti, i gioielli devono essere  i protagonisti della vostra vetrina e i kokedama il complemento, non il contrario, evitate di essere scambiati per un  negozio  di fiori, di vasi o di oggettistica per la casa.

4 Ricordate: armonia e leggerezza, contestualizzate e armonizzate 

Ricordo ancora con orrore una mia  direzione creativa, quel giorno di cinque  anni fa mi dirigevo verso il giusto indirizzo strizzando gli occhi perché  accecata dalle luci della vetrina e all'interno della gioielleria.

In un primo momento  pensai di aver sbagliato numero civico,  quello pareva  proprio un negozio di luci, poi di vasi, e una volta arrivata alla porta pareva un bazar invece di una gioielleria, non vi dico cosa  trovai... ma ve lo racconterò presto nel prossimo post della rubrica NEGOZI DA INCUBO.

Ordine, disciplina, obiettivi, priorità, chiarezza, misura, armonia.
Queste le parole chiave per una buona riuscita.
Alla prossima storia!






                      




tutti i diritti riservati
Tuttepazzeperibijoux
©copyright 2018

Nessun commento:

Posta un commento

grazie per avermi lasciato un commento, risponderò ad ogni vostra domanda e curiosità, se cercate un gioiello particolare scrivetemi.