Visualizzazione post con etichetta cool hunting. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta cool hunting. Mostra tutti i post

sabato 8 aprile 2017

Il prossimo trend: LO STILE VITTORIANO

E se da cinque anni il mio lavoro di ricerca ha portato ad anticiparvi le nuove tendenze
( e non solo in campo jewelry trend ma anche nel design, nel fashion e negli stili di vita) è tempo di fare un focus su quello che vi avevo  già anticipato  di ritorno da qualche mio viaggio in cerca di ispirazioni,  prossimo trend: LO STILE VITTORIANO.
Vestirsi da regine e principesse non sarà più solo un sogno, ma una vera e propria ossessione.
( pizzi, sete merletti, eccessi, parsimonia, rigore, esagerazione, cammei, spille, motivi e ricami).

Qui sotto le mie ispirazioni del mio ultimo viaggio alla scoperta dei prossimi trend, girando per i sobborghi, osservando e captando ispirazioni ovunque.







mercoledì 23 novembre 2016

Flamingo e Pantone Spring 2017

Essendo una vera pazzaperibijoux ho tante passioni ossessioni.
Una di queste é il colore Flamingo, meglio se fluo, passione che condivido con la designer jewelry più talentuosa  che conosca:  my dear friend Sara Beltran di Dezso Jewelry.

mercoledì 29 giugno 2016

17 Stephanie Schneider

Stephanie Scneider studia moda e fashion design tessile alla FH Reutlingen   in Germania e alla Winchester School of Art in Gran Bretagna dove si diploma nel 2001.

Inizia la sua carriera lavorativa nel mondo del tessile dove lavora  per grandi marchi come assistente.

La necessità di mettere in pratica ciò per cui ha studiato si fa presto sentire e nasce così 17, linea di contemporary jewelry la cui filosofia è legata alla  sua grande passione per la numerologia;
1 l'inizio, 7 la perfezione.
8 l'infinito, la somma dei due.
Tre le suggestioni nelle collezioni
Gemstones
Silk
Mohair 
Il focus sulla materia evolve senza legami alle stagioni ma bensì alle suggestioni.
Trame preziose tessute come fibre, oro, argento e pietre preziose.
Gioielli affascinanti e unici.

tutti i diritti riservati
photocredits Stephanie Schneider