lunedì 30 luglio 2012

Chevalier, signet ring, che passione!

Chevalier, anelli a sigillo, signet ring, chiamateli in tutte le lingue, gli anelli chevalier  hanno radici molto lontane, dobbiamo infatti tornare indietro nel tempo fino agli antichi egizi i quali  mettevano un castone distintivo in segno di riconoscimento e li utilizzavano anche per la firma sulle tavole di scrittura.

Questa consuetudine si é conservata nei secoli e chi non poteva disporre  di uno stemma araldico vi incideva le iniziali.

Ancora oggi l'anello chevalier é un gioiello che si tramanda di generazione in generazione come segno di appartenenza ad un casato o per tenere vivo il ricordo di una persona cara se realizzato con le iniziali.

Sarà forse per questo motivo che per me ha un significato profondo ed emozionale e non me ne separo mai, detto questo, nel corso degli anni  ho collezionato una discreta quantità di chevalier fatti realizzare con l'incisione dello stemma di famiglia su pietra, su ferro o su oro.

Si una vera passione per le forme, per le proporzioni per le diverse tecniche di incisione, imparando cos'é un bulino, riconoscendo un'incisione a pantografo o a laser.
Le tecniche di incisione sono diverse, la piu' antica e pregiata é l'incisione realizzata a mano a bulino.

Un'incisione a bulino richiede diverse ore di lavorazione ed ha un costo elevato per raggiungere un risultato di sicuro pregio ed effetto.

                                                    il bulino per incisioni a mano

Oggi l'anello a sigillo é tornato di gran moda, é stato rivisitato in chiave moderna da molte aziende orafe, parecchie li realizzano con iniziali in oro o in pietre preziose.

Se avete intenzione di farvi realizzare uno chevalier, sia esso con le vostre iniziali o con uno stemma, accertatevi prima del costo e della tecnica impiegata, diffidate delle incisioni  costose a pantografo perché sono molto superficiali e fatevi spiegare la differenza dell'incisione dritto o rovescio.

L'incisione a rovescio é utilizzata quando si deve usare l'anello per imprimere lo stemma con la ceralacca.....quindi lo stemma risulterà al rovescio sull'anello per poter imprimere correttamente il sigillo.



esempio di incisione su oro a bulino

incisione con pantografo

incisione su lapislazulo a bulino

chevalier rivisitato in galalite oro rosa e brillanti

incisione a bulino su ferro, interno in oro












21 commenti:

  1. molto particolari anche se non di mio gusto ^^

    RispondiElimina
  2. Post molto interessante! Buona giornata. XOxo V.V.

    RispondiElimina
  3. anelli di tutti i gusti. Quelli metallici con le incisioni sono proprio interessanti!

    Saluti, m.c. modadicoppia

    NEW POST: http://modadicoppia.blogspot.it/2012/07/tutti-al-fiume_30.html

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono per il loro significato... di sicuro un gioiello personale e bello da tramandare di generazione in generazione!

    RispondiElimina
  5. davvero interessante!!!

    ti lascio il link del giveaway, oggi è l'ultimo giorno per partecipare!!!
    VINCI UN COSTUME INTERAMENTE MADE IN ITALY + COPRICOSTUME COORDINATO!

    RispondiElimina
  6. non conoscevo questa tradizione, questi chevalier piacerebbero molto al mio ragazzo, ne sono sicura!

    RispondiElimina
  7. Great post !

    Wow nice collection :) !!

    If you have the time you are always welcome on my blog :)

    I just wanted to let you know I’ll be following you around from now
    Love,

    Janice
    the-fashion-milkshake.blogspot.nl

    RispondiElimina
  8. la tua spiegazione su questi anelli è davvero completa complimenti cara!!
    Molto molto belli tutti gli anelli!

    RispondiElimina
  9. Mi piacciono per il significato che si cela dietro.di essi!!un bacione

    RispondiElimina
  10. quello con l'iniziale è semplicemente favoloso ;)

    RispondiElimina
  11. Ciao, sono Cristina (detta Cri) e la mia grande passione è il cinema. In particolare del rapporto tra film ed emozioni. Il mio forte sono quelle pellicole che proprio fanno piangere tantissimo!
    Scrivo su La Scatola delle Emozioni. Leggo spesso i tuoi post e mi piacciono molto. Per questo volevo proporti una collaborazione, che ne pensi?
    Se ti va, scrivimi su lascatoladelleemozioni@gmail.com che ti spiego cos'ho in mente...

    RispondiElimina
  12. Lo sai che con me con gli chevalier sfondi una porta aperta. Che belli!

    RispondiElimina
  13. Spiegazione davvero esaustiva e gli chevalier mi piacciono molto!

    Kiss Alessia

    THE CHILI COOL


    FACEBOOK

    RispondiElimina
  14. interessante questo post visto che io AMO i chevalier

    http://www.iloveshoppingwithfede.com/

    RispondiElimina
  15. Molto belli e importanti tutti.Io amo qsti anelli sulle altre persone ma io proprio non riesco a vedermi...ed èbun vero peccato xchè qllo della mia famiglia è lì ritirato...qche volta lo provo ma poi lo tolgo...magari un giorno provandolo cambierò idea ;-) Ciao cara Tif

    RispondiElimina
  16. Non è proprio il mio genere, ma una mia amica ne porta uno delizioso sul mignolo ;)))

    www.lostinunderwear.blogspot.com

    RispondiElimina
  17. Ciao!!! Sto provando ad acquistare un anello chevalier da indossare al dito mignolo ma le gioiellerie della mia città non ne hanno! sai consigliarmi un negozio on line dove potrei trovarlo?
    Grazie

    RispondiElimina
  18. Ciao, dovrei almeno sapere come lo stai cercando, poi sicuramente ti saprò dare indicazione , ma i tipi di chevalier sono tantissimi , ognuno magari e' specializzato in un tipo... Con iniziale, con stemma araldico inciso, con incisione a pantografo, incisione a mano a bulino, con pietra,...dammi qualche dato in più ;))

    RispondiElimina
  19. L'anello chevalier o a sigillo non si compra,nelle famiglie nobili viene tramandato da padre in figlio, chi nobile per nascita non lo e'non dovrebbe indossarlo, indossare un anello recante lo stemma di un' altra famiglia o peggio di fantasia e' come rinnegare la propria origine,ma si sa' il denaro nuovo ,per riscattarsi,compra a caro prezzo le abitudini di quello vecchio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile Anonimo o Anonima , la correggo, così non é, infatti:
      Uno stemma di Famiglia può essere utilizzato liberamente.
      Con uno stemma gentilizio, invece, lo scudo potrà essere sormontato dalla corona, ammessa in un titolo personale. Trattandosi, invece, di uno stemma di cittadinanza, oppure borghese, basterà che sull'anello venga riprodotto solamente lo scudo.
      In ogni caso oggi ognuno è libero di crearsi lo stemma che desidera (fatti salve, ovviamente, usurpazioni verso “terzi aventi diritto”). Tuttavia esistono anche altri stemmi: dell’ambiente ecclesiastico, quello dell’Ente Territoriale, di Enti Morali o di Corpi Militari, tanto per citarne alcuni.
      In ogni caso essi possono essere concessi dall’'Ufficio Araldico presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e godono, addirittura, di una specifica tutela giuridica da parte dello Stato. Inoltre c’è un’infinità di stemmi appartenenti a club ”esclusivi”, a Circoli Sportivi ed anche alla Massoneria… od altre “Logge”.
      A ognuno il suo chevalier, sia esso tramandato di generazione in generazione o fatto realizzare ex novo con uno stemma di nobile casato o con qualsiasi altro soggetto o iniziale.

      Cordialmente.

      Elimina

grazie per avermi lasciato un commento, risponderò ad ogni vostra domanda e curiosità, se cercate un gioiello particolare scrivetemi.

***PROTEGGIAMO I TUOI DATI PERSONALI***
In questo blog permettiamo l'inserimento di commenti anonimi: potrai sempre scegliere di utilizzare il servizio senza necessariamente inserire i tuoi dati personali. Qualora scegliessi di qualificarti, ti raccomandiamo di leggere attentamente le nostre Privacy Policy e Cookie Policy che trovi in fondo a questa pagina: conserveremo i tuoi dati per un periodo massimo di 1 anno dall'inserimento dell'ultimo commento. Ti ricordiamo che in qualsiasi momento puoi esercitare il tuo diritto all'oblio (per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy).
Questo servizio è riservato ai maggiorenni.