sabato 25 ottobre 2014

Guida all'acquisto dello chevalier

Il sovrano degli anelli chevalier: Idb di Isabella del Bono


Tuttepazzeperglichevalier titolava un mio vecchio post. ( qui lo potete leggere).

Da quando ho aperto il blog, torno spesso sull'argomento.

Vi ricordate il simpatico post che feci con le foto inviate da voi lettori  che avevano per oggetto i vostri amati anelli a sigillo detti anche   chevalier o signet ring?

L'anello a sigillo,  di origini antichissime, era  generalmente portato al dito mignolo destro e reca un'incisione di uno stemma araldico, simbolo o iniziali,  scavati a mano a bulino.



L'anello viene impresso nella ceralacca per apporre lo stemma ( o le iniziali o il simbolo) in positivo.

L'anello chevalier ha origini antichissime, come ho già detto varie volte, pare abbia origini nell'antico Egitto, é per questo testimone di storia e tradizione.

Ha un valore affettivo, si tramanda di generazione in generazione, ma da qualche anno é tornato di gran moda, moltissimi infatti i designer che ne hanno proposto la propria versione o rivisitazione di questo gioiello classico ma glamour.

Esistono tanti tipi di anelli chevalier, incisi su oro, argento o pietra, in questo caso parliamo di intaglio, il cui studio é chiamato glittica, termine che deriva dal greco.

Anche le incisioni possono essere fatte in diversi modi, a bulino, con pantografo, a laser.

L'incisione più pregiata é naturalmente fatta a mano a bulino, gli incisori sono sempre meno e non é una professione molto comune, in Inghilterra ve ne sono un numero maggiore, forse perché le famiglie nobili inglesi sono davvero tante e  ogni membro pare essere fedele al  proprio chevalier.

Vi sono poi chevalier che hanno impressioni in rilievo, riportano stemmi di famiglia e iniziali come gli anelli a sigillo, ma l'incisione non è scavata ma é appunto in rilievo, a mio modesto parere ha meno fascino, raffinatissimo chiudere la propria corrispondenza con la ceralacca recante lo stemma di famiglia o le proprie iniziali, credo non si debbano perdere queste belle usanze,  chi scrive più direte voi?
Io scrivo, carta e penna hanno un potere magico e un significato ben più profondo del freddo sms maggiormente  utilizzato oggi.

Tornando al nostro amato chevalier senza divagare ulteriormente, ve ne sono naturalmente da tutti i prezzi.

Anche la forma, le dimensioni, la sagoma e le proporzioni sono importantissime.

Una volta stabilito se volete un anello con le vostre  iniziali  o con il vostro stemma di famiglia, non vi rimane che valutare se lo preferite inciso su metallo o su pietra dura.

L'intaglio su pietra dura ha un costo ancora maggiore rispetto all'incisione su metallo, anche perché la durezza della pietra ne aumenta  la difficoltà e i tempi di lavorazione.


Se volete optare per una bella incisione potete risparmiare scegliendo un modello di chevalier in argento piuttosto che in oro, il cui come ben sapete , in questo momento influirebbe parecchio, avrete pertanto un bel pezzo senza spendere un'esagerazione.

Se invece la vostra priorità é possedere un anello glamour allora potete optare per i grintosi e simpatici chevalier in resina o in galalite, magari con iniziali incise o applicate in oro o oro e brillanti, avrete così speso poco per un gioiello di sicuro effetto e pensato per voi.

Infine, se desiderate un pezzo da tramandare di generazione in generazione valutate bene l'artigiano, il brand, o il gioielliere  a cui vi rivolgete.
In Gran Bretagna esistono molti negozi e artigiani specializzati,  ve ne sono molti anche in Germania, Francia, meno in Italia secondo una statistica aggiornata al 2014.

Infine, quando ritirate il vostro chevalier dall'artigiano che ne ha eseguito l'incisione a mano a bulino, esigete sempre la sua relativa wax impression del vostro stemma o iniziale, questo vi darà la possibilità di utilizzarla quando avrete necessità di realizzarne  un altro.

Se avete domande non esitate a  chiedere.

testo e contenuti 
Maria Elena Capelli
Tuttepazzeperibijoux
©copyright 2014
photocredits Maria Elena Capelli





1 commento:

  1. che belli questi anelli! Ne voglio uno anche io!
    www.alessandrastyle.com

    RispondiElimina

grazie per avermi lasciato un commento, risponderò ad ogni vostra domanda e curiosità, se cercate un gioiello particolare scrivetemi.

***PROTEGGIAMO I TUOI DATI PERSONALI***
In questo blog permettiamo l'inserimento di commenti anonimi: potrai sempre scegliere di utilizzare il servizio senza necessariamente inserire i tuoi dati personali. Qualora scegliessi di qualificarti, ti raccomandiamo di leggere attentamente le nostre Privacy Policy e Cookie Policy che trovi in fondo a questa pagina: conserveremo i tuoi dati per un periodo massimo di 1 anno dall'inserimento dell'ultimo commento. Ti ricordiamo che in qualsiasi momento puoi esercitare il tuo diritto all'oblio (per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy).
Questo servizio è riservato ai maggiorenni.