giovedì 31 marzo 2016

Il meglio del mese di marzo









uno dei più grandi talenti 


con Katia di Sharing Jewlery che ha scelto Tuttepazzeperibijoux 

vista sui giardini all'Opera a casa di Katia Samson 


Un'esclusiva di Tuttepazzeperibijoux : a casa di  Katia Samson di Sharing Jewelry 

la mia nuova collana Glam Giada Jewels 



Harry Winston a Baselwordl

Maria Gaspari a Baselworld

Yvel a Baselworld

Meraviglioso Yvel a Baselworld



Glam Giada Jewels presentato sul blog e banner 

Glam Giada Jewels

nell'atelier di  Catherine Lévy, Dorette con la sua collaboratrice Agnes 

i miei mai senza, con me anche a Parigi e a Baselworld

Ho fotografato le proposte Fabergè a Baselworld 



tenete d'occhio l'opale come già vi ho cominciato nel post di febbraio, questo opale di fuoco in particolare è straordinario 










Anticipazioni e trends gioielli e bijoux  2016

Diversi anni fa, 4 per la precisione, un "gentiluomo" d'affari napoletano, 
durante una conversazione di lavoro mi chiese:
"Lei come fa la sua ricerca?"

Che suona un po' come chiedere la ricetta del faux filet à la crème ad Alain Ducasse.
( non che io abbia la presunzione di paragonarmi ad un grande nella sua categoria,  lungi da me, ma  questo paragone per farvi capire l'assurdità della domanda).

Passato il primo momento di sgomento, risposi  nell'unico modo a me possibile e quindi  il più sincero possibile.
"Non si impara a fare ricerca, non esiste un modo per fare ricerca."
La ricerca è insita in noi, nel mio caso è nata con me.

Mi è capitato di fare delle consulenze per gioiellerie, 
i cui proprietari non vedevano aldilà del proprio naso,
pur convintissimi  di fare ricerca perché sempre connessi alla rete 
e perché sempre presenti alle fiere.

Ed ecco il mio recap di marzo.
La Fashion Ouik parigina, Première Classe, Tranoï , The Box,  Baselworld, altri eventi interessanti.

La ricerca passa anche per le fiere, ma non solo, non esiste ricerca senza vedere le importanti fiere di settore, ma non esiste ricerca solo visitando le fiere di settore.

Se poi ci pensiamo, la ricerca che un negoziante deve fare, è ben altra cosa rispetto alla ricerca che fa un cool hunter, perché ormai tutti sanno che un cool hunter scopre i marchi e le tendenze prima che siano diventati tendenza.. 


Che blogger sarei, che ricerca sarebbe la mia, se mi limitassi a pubblicarvi i comunicati stampa che ricevo? Eh lo so sono una blogger indipendente, scomoda, antipatica, che non fa mai copia e incolla di comunicati stampa, e soprattutto non amo parlare di marchi, le cui richieste arrivano dall'ennesimo comunicato stampa con preghiera di diffusione e che poi si può trovare su altri cento blog che trattano lo stesso argomento, nello stesso modo solo perché ha ricevuto quel comunicato stampa e relativo omaggio... va be' ma questa è un'altra storia di cui parleremo in altra sede..

Cio' che faccio io è captare le nuove tendenze, ma non mi limito solo a questo, sarebbe troppo riduttivo, amando i gioielli e i bijoux  come li amo io, devo per forza di cose, poter parlare in modo libero e indipendente, dei marchi che mi piacciono, di quelli che non mi piacciono e  proporvi i miei coups de coeur, questo significa che  capita molto spesso che io parli di marchi che non hanno nulla a che vedere con il cool hunting... 
questo lo dico per dovere e correttezza di informazione poiché, se una scoperta non è la mia, cito sempre la fonte nei miei post.

Come in tutti i campi, l'importante è documentarsi, e le fiere di settore offrono un ampia visione di ciò che propone il mercato, ma non solo,  una volta accertato il trend, il negoziante può fare ricerca trovando il meglio confrontando le diverse proposte dei diversi marchi nell'ambito dello stesso prodotto/ trend,  proponendo il meglio alla propria clientela.
La mia ricerca a Parigi, non si è limitata alle visite delle fiere, che ahimè, stanno diventando sempre più veloci e sempre meno interessanti, sempre più interessanti e  soddisfacenti invece  gli inviti agli eventi collaterali che ruotano attorno alle fiere, esiste un'altra Paris Fashion Week, che si svolge fuori dai Jardins des Tuileries, ed è la meno conosciuta, ma la più interessante.

Gli inviti giusti nel giusto show room, rivedere amici designer, quell'aperitivo che te ne fa  conoscere altri e parecchio interessanti, gli inviti nei loro atelier per esclusive concesse a Tuttepazzeperibijoux, fanno di ogni viaggio nella ville lumière il giusto motivo per tornarci sempre più spesso.

Infine,  inutile dirvi, che per chi ha un blog che parla solo di gioielli e bijoux, 
una visitina di almeno 3 giorni a Baselworld
è d'obbligo, n'est pas? E così è stato, stavolta non in compagnia di fidate amiche e collaboratrici, ma con la mia famiglia che ha approfittato per fare gite sul Reno e al bellissimo zoo di Basilea.

Cosa vi è piaciuto di più ? 
E cosa di meno?
Aspetto le vostre critiche e impressioni!


tutti i diritti riservati
Tuttepazzeperibijoux
©copyright 2016
Questo post è dedicato ad una cara lettrice che  da 4 anni non perde mai un mio post e  una mia scoperta
V. Pufffff ah no era Pouf

1 commento:

grazie per avermi lasciato un commento, risponderò ad ogni vostra domanda e curiosità, se cercate un gioiello particolare scrivetemi.

***PROTEGGIAMO I TUOI DATI PERSONALI***
In questo blog permettiamo l'inserimento di commenti anonimi: potrai sempre scegliere di utilizzare il servizio senza necessariamente inserire i tuoi dati personali. Qualora scegliessi di qualificarti, ti raccomandiamo di leggere attentamente le nostre Privacy Policy e Cookie Policy che trovi in fondo a questa pagina: conserveremo i tuoi dati per un periodo massimo di 1 anno dall'inserimento dell'ultimo commento. Ti ricordiamo che in qualsiasi momento puoi esercitare il tuo diritto all'oblio (per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy).
Questo servizio è riservato ai maggiorenni.